martedì 19 giugno 2012

Bava di lumaca

I miei bimbi sono entrambi raffreddati e secernono muco. Stamattina, maglietta appena messa, lavata e stirata, prendo in braccio il piccolo che mi appiccica una specie di slime misto a bava tipica dei bimbi di quell'età  che stanno per mettere i denti (per la cronaca: a quasi 9 mesi non ne ha ancora neanche uno) sulla manica sinistra. Poco dopo, il fratello si alza e arriva tutto sonnacchioso e coccoloso e vuole essere tenuto in braccio, strofinando il suo nasino più volte contro la mia maglietta. Cerco di togliere quei residui con acqua, esco di casa con la maglietta praticamente bagnata a chiazze. Ora vado in bagno, in ufficio, e noto che ha ancora qualche traccia di quella "bava di lumaca"...

venerdì 15 giugno 2012

Affidabile al 100%

Avrei dovuto scrivere questo post già da qualche giorno ma per vari motivi ho rimandato. BABBOnline mi ha fregiata del premio "BLOG AFFIDABILE AL 100%" ed io mi sono sentita davvero onorata e lo ringrazio infinitamente. Il punto è che il premio prevede una specie di catena di Sant'Antonio, e a me le catene di Sant'Antonio non sono mai piaciute. Certo in questo caso nessuno mi ha minacciata delle peggiori sciagure se non avessi proseguito, nè mi è stato intimato che i miei desideri non si sarebbero mai realizzati, ma anzi lo scopo del "gioco" è carino: far conoscere blog italiani interessanti e scritti con passione, ma che sono poco noti al grande pubblico. In pratica l'iniziativa consiste, una volta ricevuto il premio, nel segnalare 5 siti/blog che a mio giudizio sono meritevoli di menzione. Non è stato facile scegliere i 5 blog, che sono citati in fondo. Ho molti blog "preferiti" ma penso che per lo spirito di questa iniziativa sia corretto citare quelli più personali e sinceri, e lasciare da parte quelli di informazione o divulgazione che anche leggo spesso ma hanno già un grosso pubblico e sono ben conosciuti.

martedì 12 giugno 2012

E.T. ha compiuto trent'anni


E.T. L'extraterrestre ha compiuto 30 anni proprio ieri. Ricordo ancora quando uscì al cinema e i miei mi portarono a vederlo. Avevo 6 anni. Ricordo anche quando ci fu il ventesimo anniversario e uscì una versione rimasterizzata e con alcune scene inedite, andai a vederlo con alcuni amici. Le sensazioni furono le stesse, eppure nel frattempo lo avevo rivisto tante volte, in televisione, in videocassetta... Ma è un film talmente emozionante! E' sempre stato uno dei miei preferiti. Oggi mi chiedo qual'è l'età giusta per proporlo a un bambino, o meglio l'età minima alla quale un bambino riesce a capirlo. Muoio dalla voglia di farlo vedere al cucciolo ma temo che sia ancora troppo piccolo... che ne pensate? che esperienza avete?

lunedì 11 giugno 2012

Non distruggete la ricerca

immagine presa qui
Domani, 12 giugno, inizierà la distruzione dei campi sperimentali dell’Università della Tuscia in cui erano coltivate piante di olivo, ciliegio, e kiwi transgenici. La ricerca era stata avviata nel 1982 al fine di selezionare varietà resistenti a diversi agenti patogeni, come funghi e batteri. Se l'Università degli Studi della Tuscia darà seguito a un'ordinanza del Ministero dell'Ambiente, trent'anni di ricerca lunga e costosa, finanziata con i soldi pubblici andranno in fumo.
Ora, io non sono un'esperta di biotecnologie ma mi vengono in mente alcune cose, abbastanza "terra-terra": 
1) sono stati spesi soldi pubblici - i nostri - per una ricerca durata trent'anni. Le piante ci mettono molto tempo per crescere e per questo motivo i risultati non sono ancora stati raccolti... ma proprio per questo una ricerca di questo tipo è preziosa e non andrebbe sprecata!
2) se vogliamo capirci qualcosa di più di OGM dobbiamo fare ricerca. la soluzione non è chiuderci alle novità per paura (di cosa?), ma studiare, cercare, scoprire. 
3) se vogliamo che le biotecnologie (OGM, pesticidi chimici, semi, ecc.) non siano in mano alle multinazionali (cosa che in genere i sostenitori dell'agricoltura biologica e tradizionale considerano il male assoluto) dobbiamo favorire la ricerca pubblica nel campo, soprattutto se vogliamo liminare o eliminare l'uso di pesticidi dobbiamo cercare la soluzione nel progresso, e non nel ritorno ai metodi del passato.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari