mercoledì 14 marzo 2012

Risposta a Giornalettismo

Il mio post di ieri, insieme al commento che avevo lasciato in fondo all'articolo di Giornalettismo citato, ha scatenato un'accesa discussione. In pratica gli autori si sono sentiti "insultati" da me che come "ospite" non avrei dovuto insinuare che l'utilizzo di certe immagini possa veicolare un messaggio di giustificazione dello stupro. Intanto penso che dire la propria opinione e rispondere alle critiche sia costruttivo per tutti, non vedo perchè prendersela così sul personale. Poi l'impressione è che loro siano rimasti molto scocciati del post, più che dei commenti, ma nel mio blog io non sono un'ospite. E non era mia intenzione offendere nessuno. L'aggressione verbale di cui sono stata oggetto mi è sembrata un tantino sproporzionata.

Questa mattina ho scritto l'ultimo commento con cui dichiaro di ritirarmi ufficialmente dalla polemica e vorrei riportarla per completezza anche qui:

Ci tengo solo a precisare alcune cose, dopo di che censuratemi pure, che questa polemica è durata anche troppo. Non scriverò più commenti nè leggerò più i vostri articoli così saremo tutti più contenti.

Come prima cosa non era mia intenzione offendere nessuno personalmente. Solo porre l’accento sulla scelta di un’immagine che si presta a diverse interpretazioni. Se non siete d’accordo con me fatemelo notare, ma non vedo perché inveire in questo modo. Non ho mai detto che questa foto vuole “colpire le donne”, solo veicolare una certa mentalità. Mi sembra che quello che più vi ha infastidito sia il fatto che ho scritto un post in cui citavo questo articolo come esempio di un fenomeno generalizzato. E il fatto che ho usato la frase “il nome è tutto un programma”. Ma allora perché non scriverlo esplicitamente, invece che citare questa frase fino alla nausea? Non vi sembra un modo immaturo di farmi notare che ho usato un linguaggio che non vi piaceva? Certi post provocatori si scrivono proprio per sollevare un problema e avviare una discussione. Si può sbagliare nei presupposti, ma non è certo corretto rispondere inacidendosi in questo modo.

E comunque una cosa è ciò che ho scritto sul MIO blog (che comunque non calunnia nessuno ma esprime solo un parere personale), altro ciò che ho commentato “da ospite” nel vostro sito, e sinceramente vorrei proprio sapere dove sono gli insulti di cui parlate. La frase “voi in questo modo veicolate un’idea sbagliata e favorite una certa mentalità.” È forse un insulto? Se si chiedo scusa. Non ho mai neanche detto né sui commenti, né sul post, che l’immagine sia stata messa intenzionalmente per veicolare quel messaggio, sono convinta che nessuno intendeva farlo, anche se il risultato a mio parere è quello.

Riguardo alla censura, siete liberi di censurare chi vi pare. Io non capisco però perché sentirsi insultati dai miei commenti. I commenti che riportavo prima(*), e molti altri, invece si che offendono (non voi, ma le donne). E non vi fanno onore. Liberissimi comunque voi di tenerveli.

Buona giornata
 
(*) ecco i commenti a cui mi riferisco:
 
loiodice giuseppe
13 marzo 2012 alle 10:44
ha fatto bene il polizziotto ha scoparsi le negre…ma sapete se è andato anke di culo? attendo risposte… grazie a tutte le vostre madri vaiiiii peppottttttttooooooo” a commento dell'articolo sopracitato;

puttaniere
13 marzo 2012 alle 22:55
Personalmente, finchè con 100 euro posso togliermi ogni voglia, non mi farò rincretinire da nessuna ragazzotta. Chi più spende, meno spende e non è un vantaggio da poco.” a commento dell’articolo “Perché le donne rendono scemi gli uomini(anche su quest'ultimo titolo ci sarebbe qualcosa da commentare, ma mi asterrò).

Nessun commento:

Posta un commento

Le discussioni mi piacciono: dimmi come la pensi. I commenti anonimi però non sono accettati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari