giovedì 16 febbraio 2012

Papà perfetti

Questa mattina il maritino mi ha inviato il link a questo articolo su Repubblica.it:


Una volta tanto ho avuto il piacere di leggere un bell'articolo, privo di stereotipi, su un giornale che in genere trovo di basso livello e verso cui sono molto critica. La parola "mammo" non viene mai usata ma anzi si racconta una realtà che è la naturale conseguenza di una famiglia in cui doveri e ruoli sono equamente divisi fra entrambi i genitori: una famiglia "moderna".

3 commenti:

  1. Grazie per la segnalazione! Davvero un bell'articolo, che ho già inoltrato a PapàPig ;-)

    RispondiElimina
  2. bellissimo questo articolo, grazie per la segnalazione!
    come forse sai il cavallo di battaglia dei miei studi è la paternità. ma ci sono ancora molte domande. senz'altro i padri stanno cambiando ma ce n'è parecchia di strada da fare. vedi come nell'articolo dicono "aiutano nelle faccende domestiche"??
    AIUTANO???? è questa mentalità che non sopporto, il padre come supplemento della madre. Io non sono per il 50-50, non ha senso e dipende troppo da situzioni, persone, momenti. ma credo che tutti e due, madri e padri, dovrebbero sentirsi co-responsabili sia dell'ambito economico che nell'ambito familiare. perchè una donna che lavora non "aiuta" l'uomo a portare i soldi a casa. Lo fa e basta. non viene considerato come un aiuto.
    e per fare entrare gli uomini nella sfera familiare, sono d'accordo con l'articolo, dobbiamo saper lasciarli fare. e pensare che anche quello che dici veicola un messaggio.
    Pensiamo a quante volte diciamo "MI cambi il bambino??" "MI porti giu la spazzatura?" "MI potresti stendere??".
    MI????? con questo linguaggio diamo per scontato che è qualcosa che dovremmo fare noi. Il mondo ideale sarà quello dove non si parla più di quanto un uomo AIUTA o quanto una donna sappia DELEGARE. Il messaggio è sempre e comunque lo stesso. anche se dei passi avanti si stanno facendo. non lo nego. grazie per avermi suscitato questi pensieri, mi fanno tornare ancora di più la voglia di approfondire i miei studi. (ma in questo momento non so se sia un bene...)

    RispondiElimina
  3. @Maggie: non faccio in tempo a compiacermi di un articolo che sembrava davvero ben scritto e lontano dagli stereotipi, che tu mi fai notare come neanche stavolta siamo vicini alla "perfezione" linguistica. hai ragione, non si dovrebbe usare la parola "aiutano", un papà non dovrebbe "aiutare" in casa ma collaborare, alla pari. questo sottolinea come anche nel migliore dei casi certi sterotipi sono duri a morire. ma almeno stavolta uno sforzo è stato fatto, è un primo passo.

    RispondiElimina

Le discussioni mi piacciono: dimmi come la pensi. I commenti anonimi però non sono accettati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari