venerdì 9 dicembre 2011

Senza titolo

Questa mattina su Facebook mi è arrivato questo articolo:

http://temi.repubblica.it/micromega-online/abortire-tra-gli-obiettori/

Mi ha molto emozionato leggerlo, e proprio perchè ho due figli, di cui uno neonato, trovo che sia disumano trattare una donna nel modo in cui sono state trattate le donne di cui si parla nell'articolo. Disumano e disonesto. Mi chiedo cosa abbiano nella testa - e nel cuore - queste persone che per difendere i diritti di un feto, calpestano quelli di una donna nel momento più difficile e doloroso della propria vita. Non voglio qui entrare nel merito della discussione sull'aborto, a nessuno spetta giudicare le singole situazioni, ma per questo c'è una legge che lo riconosce come diritto entro una ben precisa regolamentazione, e allora mi chiedo come sia possibile che in una struttura pubblica siano assunti medici obiettori. Un medico dovrebbe dichiarare di essere un non obiettore al momento della domanda di partecipazione al concorso di assunzione, pena l'esclusione, come si dichiarano i titoli di studio, di non aver riportato condanne penali, ecc. E comportarsi in seguito di conseguenza. In questo paese ci si preoccupa di più dei diritti degli embrioni e dei feti, che di quelli delle donne, dei bambini e delle loro famiglie.

- Posted using BlogPress from my iPad

2 commenti:

  1. Quoto tutto quello che hai scritto.
    Spero stiate tutti bene.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Ciao Stefania, si stiamo tutti bene, grazie! 
    Dopo le feste inizierò a riorganizzare la mia vita x tornare alla normalità, a febbraio si torna a lavorare! X ora già riprendere a scrivere qualche post ogni tanto mi sembra già qualcosa...

    RispondiElimina

Le discussioni mi piacciono: dimmi come la pensi. I commenti anonimi però non sono accettati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari