mercoledì 14 settembre 2011

Suffragette, a noi!



In questi giorni il cucciolo ha scoperto Mary Poppins, ovviamente sotto mio suggerimento, è uno dei miei film preferiti. Guardando questo pezzo (le parole della canzone sono più che mai attuali), non posso fare a meno di immaginare i discorsi di quegli anni, i commenti su queste donne "sfacciate" che pretendevano il diritto al voto, criticate probabilmente dalle altre stesse donne. Secondo me avevano lo stesso sapore dei discorsi che si fanno oggi sulle quote di genere...

Veri soldati in gonnella siam.
Del voto alle donne gli alfieri siam.
Ci piace l'uomo preso a tu per tu,
ma al governo lo troviamo alquanto scemo.


Lacci e catene noi spezzerem
e tutte unite combatterem.
Noi siam le forze del lavoro
e cantiamo tutte in coro:
Marciam! Suffragette, a noi!


Non puoi arrestarci o maschio
son finiti i tempi tuoi.
E' un solo grido unanime: Femmine, a noi!
Ben presto anche in politica seguire ci dovrai,
se il voto ancor ci neghi,
per te saranno guai!


Siam pronte al peggio,
anche a morire ormai.
Chi per il voto muor, vissuto è assai.
Femmine, a noi!


Ah! Lacci e catene noi spezzerem
se tutte unite combatterem.
Noi siam le forze del lavoro
e cantiamo tutte in coro:
Marciam! Marciam! Marciam!
Suffragette, a noi!

6 commenti:

  1. Anche io adoro questo film e ho pensato che fosse un bel messaggio per quegli anni: ok alla rivendicazione dei diritti, ma nessuna lotta pubblica deve farti dimenticare il tuo privato e il benessere dei tuoi figli :-)

    RispondiElimina
  2. Però le Suffragette non ci sono più e le donne in politica sono un po' mign....

    RispondiElimina
  3. @Close: penso che l'intento del film fosse proprio di presentare una tipica famiglia benestante londinese di inizio secolo: papa' molto impegnato con il lavoro, mamma impegnata in attività di altro tipo e bambini affidati quasi esclusivamente alle tate...

    @Oh mamma: hai ragione anche tu, forse ci sarebbe bisogno di nuove Suffragette... Anche se c'e il suffragio universale da molti anni sembrerebbe che la politica sia appannaggio solo di poche e per meriti diciamo così non proprio 'politici'...

    RispondiElimina
  4. sai che anche io e mia figlia (lei pure troppo....) adoriamo questo film! Ho scoperto che nella versione originale si dice "Political equality and equal rights with men!" (http://www.lyricsondemand.com/soundtracks/m/marypoppinslyrics/sistersuffragettelyrics.html) che è ben più del diritto al voto! Pensa, già ci censuravano i desideri...
    Kisses

    RispondiElimina
  5. Adoro mary poppins! mi piace che W Disney abbia voluto aggiungere questa parte un po' "audace", che colpisce la fantasia dei bimbi con quel pizzico di indipendenza in più.... Grazie di avermelo segnalato
    Dani

    RispondiElimina
  6. Nel libro originale della Travers la signora Banks non è una suffragette. Immagino che abbiano scelto di dare questa caratteristica al personaggio per inquadrare storicamente il film, dare un'idea di una famiglia di un certo tipo in una Londra di inizio secolo. La scena è molto divertente e la canzone è geniale. Come faceva notare Bianca in un commento sopra, in inglese è ancora più bella.

    RispondiElimina

Le discussioni mi piacciono: dimmi come la pensi. I commenti anonimi però non sono accettati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari