martedì 21 giugno 2011

Una vita parallela

La gravidanza procede e la pancia è sempre più grande. Ho guardato una foto di quando aspettavo il cucciolo ed ero credo anche qualche settimana più avanti, e la pancia in confronto era minuscola. Non sto ingrassando, giovedì ho la visita e mi peserò, ma è tutta pancia...

Il cucciolo intanto ha realizzato che nella pancia c'è il suo fratellino ed ora devo dire ne è contento e incuriosito. Mi alza la maglietta per vederlo e il fatto che non si riesca a vedere comunque lo scoccia abbastanza. Gli ho spiegato che adesso è troppo piccolo ma quando sarà sufficientemente grande mi farà capire che vuole uscire e allora lo vedremo. Ma gli spiego anche che all'inizio sarà comunque molto piccolo, non saprà camminare nè mangiare da solo e lui dovrà aiutarlo, perchè invece lui è grande. E così ripete per ore "io sono graaande graande e il Fratellino è piccolo piccolo!". Pensavo di portarlo alla prossima visita a vedere l'ecografia, so che in tanti lo fanno, ma parlandone con le sue educatrici me lo hanno sconsigliato, è ancora piccolo per capire e potrebbe anche impressionarsi... alla fine forse hanno ragione, è meglio che lavori di fantasia, tanto lo conoscerà 'personalmente' fra qualche mese. Appunto, fra QUALCHE mese. Il momento si avvicina e io ancora non so se sono pronta. Mi sembra che questo fratellino stia crescendo un pò da solo, quasi abbandonato a se stesso... è lì nella mia pancia, me lo porto dietro tutto il giorno, molto spesso scalcia e si fa sentire... ma alla fine tutte le mie attenzioni sono concentrate sul suo fratello maggiore, che parla (in continuazione!), corre, gioca, pone domande e fa capricci. Durante la prima gravidanza era un continuo pensare a lui, coccolarlo, percepire ogni singolo movimento e pensare a tutte quelle cose che si leggono su ciò che riesce già a sentire il bambino quando è nella pancia. L'unica cosa che non facevo era parlargli, perchè proprio non mi veniva spontaneo, ma ascoltavo musica pensando che l'avrebbe ascoltata anche lui, mangiavo pensando che avrebbe sentito gli stessi sapori, mi informavo su tutto ciò che sarebbe servito e che avremmo dovuto comprare, giravo per negozi di vestiti da neonati... e dedicavo anche tanto tempo a me stessa e a rilassarmi - perchè faceva bene anche a lui! Questa volta ho invece l'impressione che io e il mio 'ospite' viviamo due vite parallele, lui la sua e io la mia, che lui tutto sommato se la cavi benissimo anche senza le mie attenzioni (e sicuramente è così, forse durante la prima gravidanza si dà anche troppa importanza a tutto il contesto ma è giusto anche questo), che se ne stia per conto suo lì nella pancia mentre io ancora non mi sono resa conto di essere la sua mamma. Forse è proprio questo il punto. Ancora mi è difficile realizzare che sarò la mamma di un altro bambino. Io sono la mamma del cucciolo, come posso essere anche la sua?

Dicono che è tutto normale, e che dopo la nascita scatta automaticamente qualcosa e non si hanno più dubbi, si diventa una bi-mamma senza incertezze. Si dice che i secondi figli in genere sono più autonomi... forse è già nella pancia che iniziano ad esserlo, e forse non è poi neanche così male per loro...

6 commenti:

  1. Questo post avrei potuto scriverlo io, esattamente un anno fa, quando nella pancia c'era FigliaPig e io ero tutta presa dalla gestione di FiglioPig. Mi sembrava di trascurarla e mi chiedevo come avrei fatto a fare la mamma di un altro individuo... non avevo tempo!!! E invece poi è nata ed è così morbida, calda e dolce che adesso mi chiedo come ho fatto a vivere senza di lei prima.... Diventerà il centro della tua vita esattamente come il tuo primogenito, vedrai!

    RispondiElimina
  2. Ciao CosmicMummy,
    riassumere la situazione Panzone 2011/2012, passi anche tu a presentarti?
    http://mammamogliedonna.blogspot.com/2011/06/panzone-20112012-presentiamoci.html

    Bacioni
    Fede

    RispondiElimina
  3. Che bel post che hai scritto, sono sicura che tra qualche mese ne scriverò uno analogo...
    Già ora mi vedo in crisi divisa tra Filippo e il piccoletto (ODDIO!!! Fino a qualche giorno fa, chiamavo così Filippo e ora invece è un fratellone anche lui!!)ma penso davvero che verrà tutto molto naturale poi.. per tutti!

    RispondiElimina
  4. Che bello conoscere i pensieri di una quasi-bimamma!
    Sto premiando le pance, passa a trovarmi:
    http://mammachecasa.blogspot.com/2011/06/one-lovely-blog-award-e-le-belle.html
    E auguroni per il secondo figlio!

    RispondiElimina
  5. @MammaPig: è quello che mi dicono tutte le mamme di 2 bimbi, e io lo vedo con i miei occhi quanto vogliano bene allo stesso modo e infinitamente a entrambi i figli!
    @MammaMoglieDonna: è strano, si passa dal senso di colpa verso il bimbo più grande, che non sarà più l'unico centro di attenzione, al senso di colpa verso quello più piccolo, che ti sembra di trascurare prima ancora che nasca... ed è vero, fa strano pensare che il nostro piccolino è un fratello maggiore... e non è poi nemmeno così piccolino! ma è per questo che è bello aspettare un altro figlio, perchè un pò c'è la voglia di avere di nuovo fra le braccia un neonato, un pò ci si accorge che il tempo passa e non è giusto pensare ai propri figli con nostalgia... alla fine credo che non avere più tanto tempo da dedicare solo a un bambino e quindi non poter concentrare tutte le attenzioni - e le apprensioni - esclusivamente su di lui sia la cosa più salutare per tutti. però che strano effetto pensare che saremo in 4!!!

    RispondiElimina
  6. Effettivamente penso anche io che sia salutare dividere le attenzioni, è uno dei motivi per cui ho scelto di avere un altro bambino...

    RispondiElimina

Le discussioni mi piacciono: dimmi come la pensi. I commenti anonimi però non sono accettati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari