mercoledì 22 giugno 2011

Boicottiamo Intimissimi

Sul blog comunicazione di genere, che seguo e sul quale trovo spesso spunti di riflessione e informazioni interessanti (da far accapponare la pelle purtroppo), ho oggi scoperto che nei negozi Intimissimi sono in vendita delle mutande che "prendono spunto" dalla vicenda del "bunga bunga" per fare della facile - ma di pessimo gusto - ironia sulle vicende sessuali legate ai nostri politici. Ho già scritto qui che persino la parodia di Elio e le storie tese, di cui sono fan, mi sembrava di cattivo gusto perchè questo è un argomento su cui secondo me non si dovrebbe scherzare. E' qualcosa che dovrebbe solo disgustare e ci fa vergognare davanti al mondo intero. Figuriamoci cosa posso pensare di queste mutande che vedrei male persino in uno di quei negozi di souvenir per turisti in cui si possono comprare grembiuli da cucina con il David di Michelangelo come quello in figura, o magliette sulle quali sono stampate le peggiori frasi sugli stereotipi italiani.
Seguendo l'invito di comunicazione di genere e Giovanna Cosenza, ho scritto un'email all'azienda in cui esprimo il mio disappunto e dichiaro che non metterò mai più piede nei loro negozi Intimissimi, Calzedonia, Tezenis. E dire che sono anni che compro i loro articoli, specie durante i saldi!
Scrivete anche voi, l’indirizzo è: info@intimissimi.it.

martedì 21 giugno 2011

Una vita parallela

La gravidanza procede e la pancia è sempre più grande. Ho guardato una foto di quando aspettavo il cucciolo ed ero credo anche qualche settimana più avanti, e la pancia in confronto era minuscola. Non sto ingrassando, giovedì ho la visita e mi peserò, ma è tutta pancia...

Il cucciolo intanto ha realizzato che nella pancia c'è il suo fratellino ed ora devo dire ne è contento e incuriosito. Mi alza la maglietta per vederlo e il fatto che non si riesca a vedere comunque lo scoccia abbastanza. Gli ho spiegato che adesso è troppo piccolo ma quando sarà sufficientemente grande mi farà capire che vuole uscire e allora lo vedremo. Ma gli spiego anche che all'inizio sarà comunque molto piccolo, non saprà camminare nè mangiare da solo e lui dovrà aiutarlo, perchè invece lui è grande. E così ripete per ore "io sono graaande graande e il Fratellino è piccolo piccolo!". Pensavo di portarlo alla prossima visita a vedere l'ecografia, so che in tanti lo fanno, ma parlandone con le sue educatrici me lo hanno sconsigliato, è ancora piccolo per capire e potrebbe anche impressionarsi... alla fine forse hanno ragione, è meglio che lavori di fantasia, tanto lo conoscerà 'personalmente' fra qualche mese. Appunto, fra QUALCHE mese. Il momento si avvicina e io ancora non so se sono pronta. Mi sembra che questo fratellino stia crescendo un pò da solo, quasi abbandonato a se stesso... è lì nella mia pancia, me lo porto dietro tutto il giorno, molto spesso scalcia e si fa sentire... ma alla fine tutte le mie attenzioni sono concentrate sul suo fratello maggiore, che parla (in continuazione!), corre, gioca, pone domande e fa capricci. Durante la prima gravidanza era un continuo pensare a lui, coccolarlo, percepire ogni singolo movimento e pensare a tutte quelle cose che si leggono su ciò che riesce già a sentire il bambino quando è nella pancia. L'unica cosa che non facevo era parlargli, perchè proprio non mi veniva spontaneo, ma ascoltavo musica pensando che l'avrebbe ascoltata anche lui, mangiavo pensando che avrebbe sentito gli stessi sapori, mi informavo su tutto ciò che sarebbe servito e che avremmo dovuto comprare, giravo per negozi di vestiti da neonati... e dedicavo anche tanto tempo a me stessa e a rilassarmi - perchè faceva bene anche a lui! Questa volta ho invece l'impressione che io e il mio 'ospite' viviamo due vite parallele, lui la sua e io la mia, che lui tutto sommato se la cavi benissimo anche senza le mie attenzioni (e sicuramente è così, forse durante la prima gravidanza si dà anche troppa importanza a tutto il contesto ma è giusto anche questo), che se ne stia per conto suo lì nella pancia mentre io ancora non mi sono resa conto di essere la sua mamma. Forse è proprio questo il punto. Ancora mi è difficile realizzare che sarò la mamma di un altro bambino. Io sono la mamma del cucciolo, come posso essere anche la sua?

Dicono che è tutto normale, e che dopo la nascita scatta automaticamente qualcosa e non si hanno più dubbi, si diventa una bi-mamma senza incertezze. Si dice che i secondi figli in genere sono più autonomi... forse è già nella pancia che iniziano ad esserlo, e forse non è poi neanche così male per loro...

martedì 14 giugno 2011

Se lo ami, legalo!

Il sito genitoricrescono ripropone la campagna "Se lo ami, legalo". Avevo già partecipato ad un blogstorming di genitoricrescono sull'argomento sicurezza con questo post...
Rinnovo la mia partecipazione ad iniziative come queste, perché ancora troppi genitori, e troppi adulti in generale sottovalutano i rischi del viaggiare in automobile. Rispettare le (poche) regole di sicurezza e' un dovere, perché e' solo dopo che e' successa la disgrazia che sappiamo che avremmo fatto bene ad allacciare le cinture.



- Posted using BlogPress from my iPad

lunedì 6 giugno 2011

Referendum 2011 e disinformazione

Mancano pochi giorni e vorrei ancora una volta dire la mia.
Come la penso sull'energia nucleare l'ho già scritto qui. Potrei ancora dire tante cose ma direi che non è il caso di annoiare nessuno. Vorrei solo aggiungere che come ho trovato tanta disinformazione su questo argomento, così ne ho trovata sulla questione dell'acqua.
Insomma sul quesito del nucleare avevo già da tempo una mia opinione documentata che è andata rafforzandosi. Per quanto riguarda i due quesiti sull'acqua non sapevo assolutamente come pensarla. Certo non è da me votare ciò che consiglia la parte politica che normalmente mi rappresenta senza essermi prima adeguatamente informata e senza essermi fatta una mia opinione assolutamente critica. Così ho cercato informazioni sulla questione dell'acqua e come primo ostacolo ho trovato che NON è facile reperire informazioni davvero esaurienti sull'argomento. Solo articoli senza grossi contenuti, tanti slogan non molto credibili (almeno per me), nessun approfondimento. Poichè ogni giorno ho sotto gli occhi articoli scritti male, contenenti errori da far accapponare la pelle (unità di misura sbagliate, concetti riportati in maniera scorretta, titoli che non corrispondono al contenuto dell'articolo, veri e propri sfondoni, incompetenza, disinformazione nel senso più vergognoso del termine) su argomenti che conosco bene nei principali quotidiani online, ormai non mi fido più di ciò che leggo e non mi accontento di frasi fatte come "vota si per l'acqua bene comune". Studiando, un'idea me la sono fatta e qualche raro articolo mi ha poi confermato che tutto sommato non l'avevo capita poi così male. Non è vero che il referendum abolirà la privatizzazione dell'acqua, l'acqua è già privatizzabile e privatizzata. semplicemente la legge che si vuole abrogare pone delle regole più precise su come far avvenire questa privatizzazione, e sinceramente non lo trovo così negativo. Insomma io non penso che tutti quelli che andranno a votare SI sanno davvero cosa stanno votando. L'acqua non è pubblica e non è così conveniente che lo sia a priori. Comunque i quesiti referendari non vertono su questo.
Articoli interessanti sono questi:
Non voglio convincere nessuno, per carità, voglio solo che si rifletta su quanto si danno per scontate delle informazioni senza chiedersi se è davvero così che stanno le cose.

Infine, sono sempre più seccata di come non vengano minimamente presi in considerazione, nei dibattiti in TV e nei giornali, i pareri degli esperti. Si dà voce a cantanti, scrittori, comici... ma cosa ne sanno loro di energia, reattori, tecnologia e scienza? Perchè deve dirmi Celentano cosa andare a votare, perchè devo sorbirmi le offese di Beppe Grillo (oltre che le sue balle colossali), perchè devono girare video di Camilleri - noto fumatore incallito - che mi fa la morale sulle centrali nucleari con un accendino in mano? Io lo stimo come scrittore, i suori romanzi mi piacciono così come penso che Celentano sia uno dei più grandi della canzone italiana. Ma perchè in Italia nessuno si limita a fare il proprio mestiere? Non mi sembra che gli scienziati si mettano a incidere dischi o fare concerti, pensa che palle! Avete mai visto un dibattito fra esperti di ingegneria dei reattori, fisica, ed economia ad Annozero? No, il dibattito era fra Celentano o Grillo e la Santanchè e qualche altro berlusconiano. Non è così che si fa INFORMAZIONE. Non è così che ci si fa un'opinione su argomenti difficili e controversi come questo.

Ripeto, ognuno voti quello che crede, ed è giusto che poi si rispetti la volontà degli elettori. Ma che si vada a votare con spirito critico, e con cognizione di causa. Senza prendere per oro colato uno slogan solo perchè è ciò che ci piace credere di più.

Io sono anche abbastanza contraria sul fatto che certi argomenti, di non facile comprensione e con ricadute sull'economia non facilmente prevedibili e anzi controverse anche fra gli addetti ai lavori siano sottoposti alla popolazione mediante referendum. E il caso dei quesiti sul nucleare e sull'acqua per me rientra in questa categoria. Votiamo delle persone che dovrebbero decidere per noi (chi siano queste persone poi è un altro paio di maniche ma non voglio parlare ora di questo, del resto Berlusconi e il suo governo ce lo siamo meritato e ora ce lo teniamo), non vedo perchè dei normali cittadini dovrebbero sapere su quale fonte energetica è più economico puntare, o se una certa gestione dell'acqua comporterà dei risparmi o dei vantaggi per i cittadini stessi. Detto questo, dopo averci riflettuto ho deciso che andrò a votare e voterò NO per quanto riguarda nucleare e acqua. Votare è un dovere, oltre che un diritto, anche per un referendum, anche se non lo si condivide. E comunque non sarei "rimasta a casa". C'è il SI per il quesito del legittimo impedimento che è il più importante, e che non va perso di vista. E' quello che più mi preme e per cui dovremmo TUTTI andare a votare, perchè SI la legge è e deve essere uguale per tutti.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari