venerdì 11 marzo 2011

Toxoplasmosi

Non ho ancora fatto le analisi del sangue di inizio gravidanza, quindi ancora non so se sarò negativa alla toxoplasmosi anche questa volta (con la seconda gravidanza si procede in modo molto più rilassato nei tempi, devo dire). Andrò martedì dal momento che ho appuntamento per un altro esame e farò così tutto nella stessa mattinata. Immagino che essendo negativa 2 anni fa, e quindi non avendo avuto contatti con l'infezione in 32 anni, è molto probabile che sia negativa anche questa volta. Comunque, mi sto attenendo alle norme igieniche che quasi tutte le gestanti conoscono (le fortunate che risultano positive sono davvero una minoranza!). Devo dire che questa volta sono molto più sportiva, avendo visto che il rischio è tutto sommato molto basso, ad avendo acquisito con la pratica e con letture sull'argomento anche un pò di buon senso in più. Devo dire che anche la prima volta ero molto equilibrata, come sempre prendevo la cosa con razionalità, rispettando le indicazioni dei medici senza paranoie (del tipo rifiutare un risotto al ristorante se c'era sopra del prezzemolo...).
Nei giorni scorsi, chiacchierando con un'amica, sono venuta a sapere di un articolo in cui si dice che di fatto l'ipoclorito di sodio (cioè l'amuchina) non serve a niente. Ho fatto una ricerca in rete e credo che l'articolo in questione sia questo. Purtroppo non riesco a scaricare l'articolo completo (è a pagamento), ma la conclusione dell'abstract è molto eloquente:
"Results of the chemical exposure experiments indicate that neither sodium hypochlorite nor ozone effectively inactivate T. gondii oocysts, even when used at high concentrations."
In Italiano: I risultati degli esperimenti di esposizione chimica indicano che nè l'ipoclorito di sodio nè l'ozono inattivano efficacemente gli oocisti del T. gondii, persino quando usati ad alte concentrazioni.
Il Toxoplasma gondii, (la figura a lato è presa da Wikipedia) è un protozoo che causa appunto la toxoplasmosi negli uomini. Come spiegano a tutte le donne in gravidanza, si trasmette attraverso i gatti che si infettano cibandosi di carne di piccoli roditori. Il protozoo si riproduce nell'intestino del gatto, le oocisti vengono emesse con le feci del gatto e possono essere ingerite da un altro animale o rarissimamente dall'uomo.
Una ricerca ha dimostrato che la coabitazione tra gatti e uomo non è un fattore di rischio importante per l'infezione di Toxoplasma, ma che è molto più rischioso cibarsi di carni crude o poco cotte, di insaccati, di verdure lavate male o di latticini non pastorizzati.
Quello che ci dicono è quindi di evitare salame e carne al sangue, riguardo al prosciutto crudo ho sentito opinioni discordanti. In realtà pare che se è di provenienza sicura, controllata, le norme igieniche e il sale contenuto dovrebbero ridurre il rischio quasi a zero. In pratica il San Daniele o il Parma dovrebbero essere sicuri, magari uno artigianale meglio di no. Io per non rischiare comunque lo evito, in fondo sono solo 9 mesi, e come mi disse - sgridandomi - la mia dottoressa all'inizio della prima gravidanza "non mangi prosciutto, deve mangiare cose fresche!!!". Per quanto riguarda il salame, specie quello artigianale andrebbe comunque evitato, può dare anche altre infezioni parassitarie e comunque è un alimento che in generale non è sano. Essere costrette a farne a meno in gravidanza alla fine secondo me è un bene. Rinunciare alla carne al sangue mi pesa di più, ma sono 9 mesi, passeranno...
Riguardo alla frutta e alla verdura, io ho sempre lavato molto bene la frutta con la buccia a casa, sinceramente non mi sono mai creata troppo problemi a mangiarla fuori, per esempio a mensa, perchè tanto la sbuccio. Nel caso di fragole, ciliege, pomodori, ecc. a casa li lavavo con amuchina mentre fuori casa cercavo di evitare ma senza diventare paranoica. L'insalata l'ho mangiata davvero rarissime volte perchè l'idea di metterla in amuchina, risciacquarla, strizzarla ecc. mi sembrava una complicazione esagerata e ho optato per la verdura cotta.
Ecco, ora scopro che in realtà l'amuchina non serve a niente. Quello che davvero serve è sciacquare abbondantemente e strofinare, perchè gli oocisti vanno via per rimozione meccanica. In questo però secondo me l'amuchina aiuta perchè ti costringe a sciacquare a lungo; il bicarbonato di sodio - che non è un disinfettante - invece aiuta a rimuovere la sporcizia quindi senz'altro male non fa neanche lui. E' probabile che le insalate in busta del supermercato, lavate con tecniche industriali per garantire l'igiene e la conservazione nelle buste, siano sicure da questo punto di vista - fra l'altro sono conservate in atmosfera di azoto, proprio per evitare la proliferazione di microorganismi che le farebbe andare a male prima... chissà che non sia un fattore che ne aumenta la sicurezza?
Insomma, in conclusione io credo che continuerò a lavare in amuchina, non si sa mai, fragole e pomodori (perchè tanto non costa nulla), starò attenta a strofinare e risciacquare bene tutto, e continuerò a vivere la cosa con serenità e buon senso come ho sempre fatto.
Non sono d'accordo con chi mi dice che bisogna fregarsene, perchè "una volta nessuno faceva attenzione a queste cose e i bambini nascevano lo stesso". A queste persone rispondo che una volta nascevano tanti bambini con ritardo mentale o altri problemi neurologici e non si sapeva il perchè. In oltre è probabile che una volta l'infezione fosse più diffusa, in quanto le condizioni igieniche, i controlli sul cibo erano meno accurati, ed è probabile che molte mamme fossero già positive prima della gravidanza. E comunque mi dice il medico di fare attenzione ma senza allarmismo, perchè non devo seguire questa prescrizione?

Riguardo all'articolo che ho citato all'inizio del post però mi piacerebbe sentire il parere di qualcuno che ne sa più di me. Chiunque voglia aggiungere informazioni sull'argomento è il benvenuto! ;-)


10 commenti:

  1. Anch'io ho sempre usato l'Amuchina, anche con l'insalata (che palle però), il prosciutto crudo l'ho sempre evitato e riguardo alla carne al sangue ho resistito, mi piace molto...Alcuni ginecologi prendono la cosa sottogamba, ad esempio dicendo di mangiare una fettina di prosciutto ogni tanto, non succederà niente ma secondo me è meglio non rischiare!

    RispondiElimina
  2. Ma congratulazioniiiiiiiiiiiii! ME l'ero persa la notizia!!!
    Più che amuchina io userei bicarbonato.
    LA mia forturna? una passione per giardinaggio, animali e un passato da scout...= toxo fatta e slaame a go go.

    RispondiElimina
  3. Per me è stata una sofferenza perchè mangio la carne rossa praticamente cruda! cioè ho mangiato quasi sempre carne bianca. Poi dato che ci sono pareri diversi ho anche rinunciato al pesce crudo. Mortadella sì perchè si può e gorgonzola sì perchè era una voglia. Sincermante l'amuchina nella seconda gravidanza non l'ho più usata, mi sono limitata ad accurati lavaggi. Per quanto riguarda l'insalata da quando ho visto un servizio delle iene..la lavo sempre benissimo anche se è in busta..piena di batteri!

    RispondiElimina
  4. @geng: non so, medici che prendessero sottogamba non me ne sono capitati. sicuramente è vero che con il prosciutto rischi poco, specie se una volta tanto... ma secondo me la cosa corretta è spiegare come si trasmette, i rischi e dire le cose come stanno. poi ogni donna si regola di conseguenza! insomma il medico dovrebbe dirci cosa fare per ridurre il rischio al minimo, non darci il permesso di mangiare una fetta di prosciutto una volta ogni tanto, non è quello il suo ruolo. è poi vero che il rischio è bassissimo, se non te la sei presa il 30 anni mangiando carne al sangue e salumi artigianali, è poco probabile che ti capiterà proprio in quei 9 mesi... ma dal momento che non hai la certezza... se dovesse capitare proprio in quei 9 mesi... non te lo perdoneresti. e allora perchè rischiare, e in fondo sono piccole rinunce (ricordatemelo quando qualcuno mangerà vicino a me una bistecca alla fiorentina!).
    @mammachetesta: grazie!!!
    @Maddalena: posso capirti benissimo, anche io adoro la carne rossa quasi cruda!!! riguardo al pesce crudo (ma la stessa cosa può dirsi anche per la carne), chiunque lo mangi si assume un rischio. non c'è solo la toxoplasmosi ma tante altre infezioni si possono contrarre mangiano carne e pesce poco o per niente cotti. lo stesso si può dire per le uova e il latte crudi! solo che prenderle in gravidanza è molto più problematico. così come sono sconsigliati per i bambini, che hanno un sistema immunitario molto più debole del nostro. sul gorgonzola non sapevo ci fossero controindicazioni, io so solo che è sconsigliato mangiare latticini fatti con latte crudo, cioè non pastorizzato, per gli stessi motivi che ho detto prima.
    sugli accurati lavaggi al posto dell'amuchina sono d'accordo, alla fine è proprio quello che ho dedotto anch'io leggendo quell'articolo. mentre sull'insalata, non ho visto il servizio delle iene, ma so che ci sono delle procedure di sterilizzazione e sono soggette a controlli... io mi fido. ma del resto ricordate la storia dei formaggi scaduti di qualche anno fa? è chiaro che la truffa ci può sempre essere, ma io mi fido del fatto che in genere queste cose vengono fuori.

    RispondiElimina
  5. guarda a me pure dissero che l0amuchina non serve poi a tanto...e me lo dissero sia la mia gine che l'ostetrica del corso preparto...l'unica cosa che serve è sciacquare tutto più e più volte sotto acqua corrente...quindi direi tranquilla...

    RispondiElimina
  6. Anch'io sto attenta senza fanatismi, e sono contraria per principio all'amuchina. Riguardo all'insalata in busta, ti giro un articolo che ho letto un po' di tempo fa, magari ti puà essere utile:

    RispondiElimina
  7. ops, il link...http://www.dissapore.com/salute/continuiamo-a-farci-del-male-continuiamo-a-mangiare-le-insalate-in-busta/

    RispondiElimina
  8. La mia collega ha avuto la sfiga di avere l'infezione in atto proprio mentre è rimasta incinta, per fortuna è andato tutto bene ma ha dovuto fare una marea di controlli sia in gravidanza che sul bambino credo fino ai 18 mesi...meglio non rischiare! La ginecologa di una mia ex collega prendeva veramente sottogamba la cosa, oltre a farle mangiare il prosciutto "ogni tanto" le faceva anche fare gli esami ogni 2 mesi perchè più spesso le sembrava eccessivo: pensare che questa persona venisse anche pagata profumatamente per la consulenza mi fa inorridire!

    RispondiElimina
  9. @Finalmente: si infatti quello che mi dici tu è più o meno quello che ho capito anch'io. in realtà l'articolo che cito è del 2007, molto probabile che all'epoca della mia prima gravidanza ancora non si fosse diffusa troppo la notizia che l'amichina proprio non fa niente al toxoplasma, mentre già quando eri incinta tu lo sapessero tutti. comunque anche allora tutti mi dicevano che l'importante era lavare bene, sciacquare molto, l'amuchina era solo per una sicurezza in più!
    @matrioska: grazie per l'articolo è interessante ma io non mi allarmerei più di tanto. in generale l'insalata 'sfusa' è più buona (specie quella che vendono al chioschetto sotto casa mia :-)), ma non sempre uno ha il tempo di lavare e asciugare, di tagliare a pezzetti o semplicemente di trovarla (nei supermercati piccoli magari vendono solo quella). io penso che è meglio mangiare quella che non mangiarla per niente. come per i surgelati: finchè ho verdure fresche mangio quelle, quando sono finite attacco i surgelati. l'importante è mangiare verdura tutti i giorni, almeno un pò.
    in gravidanza invece mangio solo verdure cotte e amen! si sopravvive anche senza insalata, anzi devo dire che pesa di più quando sei fuori casa perchè a volte hai poca scelta con la roba cotta!
    @geng: sono d'accordo che non bisogna prendere sottogamba. non capisco perchè il prosciutto va bene 'ogni tanto', basta che capiti 1 volta e sei fregata. o sei della scuola che dice che il prosciutto è sicuro (ed in effetti sembrerebbe che è così, ma io non rischio lo stesso) e alora lo mangi tutte le volte che vuoi, o dici che non lo puoi mangiare e basta. no? riguardo agli esami, è un protocollo che dice che vanno fatti ogni mese... non vedo perchè cambiarlo.
    in generale mi sembra che i medici 'onesti' ti dicano le cose come stanno senza terrorismi ma neanche prendendo sotto gamba. poi ci sono anche quelli che fanno leva sulle paure delle persone perchè di gente ansiosa ce n'è tanta e queste persone spesso hanno bisogno del medico che li assecondi (e che pagano profumatamente): una mia amica ha smesso di mangiare salame e ha iniziato a fare i test x la toxoplasmosi prima di rimanere incinta, perchè non si sa mai... peccato che si sappia che nelle prime settimane l'effetto è 'tutto o niente' così come per i farmaci o per qualunque altro agente nocivo, quindi era una precauzione che non aveva senso! quindi una sofferenza inutile ma il suo ginecologo ci è andato a nozze!

    RispondiElimina
  10. Il valore soglia è 10. Quanto Haveva la mia fidanzata? 10 SPACCATO!

    ConZiderando che è una che sença pane&salame non campa sono stati noWe mesi lunghissimi....Poi sono arrivate le analisi pre-parto...l'infermiera guarda il valore e dice: "10, ah lei è positiva!"

    COMEEEEE!!! Positiva?? Si, 10 va bene...è un po' al limite ma non crea problemi...

    Sbonk!

    RispondiElimina

Le discussioni mi piacciono: dimmi come la pensi. I commenti anonimi però non sono accettati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari