mercoledì 25 agosto 2010

I'm back

Eccomi di ritorno dalle vacanze. Diciamo che sono andate bene, trascorse con i nonni materni e paterni, a turno e in contemporanea.

Trascorrere le vacanze con i nonni non è di certo quanto di più eccitante e romantico tu possa aspettarti dalla vita, ma ha il vantaggio di poter organizzare qualche serata col maritino lasciando la peste a casa in buona compagnia. In una di queste serate, abbiamo deciso di andare al cinema e, nell'ampio panorama che puo' offrire un multisala di provincia la settimana dopo ferragosto, abbiamo scelto "the box": thriller con Cameron Diaz (che invecchiando diventa sempre più brutta), dalla trama piuttosto assurda. Una famiglia riceve in regalo una scatola con un pulsante: premendolo otterranno 1 milione di dollari ma allo stesso tempo una persona da qualche parte morirà; avranno 24 ore per decidere se accettare o meno. Di base una storia insensata, ma poteva fornire anche spunti interessanti. Ambientazione molto vintage, siamo nel 1976, e tanti richiami alla letteratura di fantascienza anni '60 (credo, non sono un'esperta). Il primo tempo effettivamente funziona, si guarda volentieri e la suspense e' ben riuscita. Dall'inizio del secondo tempo in poi va peggiorando fino ad un finale angosciante, e per giunta melenso allo stesso tempo che mi ha fatto desiderare, per la prima volta nella mia vita, di alzarmi ed andarmene dalla sala. Sara' che si trattava di una coppia con un figlio maschio ed era facile immedesimarsi, ma mi ha messo addosso una tale ansia... E detto questo, la cosa che mi ha più infastidito di tutto il film e' stata la morale: gli uomini sono egoisti e per questo faranno una brutta fine, ma in fondo e' tutta colpa delle donne, sono loro sempre a premere il bottone, sono loro che non sanno resistere, si lasciano ingannare e tutto precipita. Non so, io l'ho vista così. L'ho trovato un film angosciante, triste, molto noioso e soprattutto maschilista. 



Detto ciò, il cucciolo si è divertito molto in queste settimane e ha fatto dei progressi incredibili... quando siamo partiti diceva al massimo 5 parole, adesso non sta zitto un attimo, sa dire (almeno ci prova) parole come 'accappatoio', 'tartaruga', 'secchiello', canta canzoncine... è come se tutto quello che ha incamerato nei mesi precedenti fosse venuto fuori tutto insieme. E' davvero uno spasso!

3 commenti:

  1. buon rientro. al cinema è da molto che non ci vado dai ma anche se il film non è stato un granchè ritornare al cinema in coppia è bello. bè non andrò a vedere questo film.

    RispondiElimina
  2. si hai ragione, quando hai un bimbo piccolo una cosa semplice come andare al cinema diventa impensabile. adesso abbiamo stabilito la regola che ogni volta che vengono a trovarci i nonni (o andiamo noi da loro) andiamo a vedere un film, fosse anche il più brutto o insignificante. andare al cinema è una delle poche cose che mi mancano della mia 'vita precedente'...

    RispondiElimina
  3. magari potessi diventare brutta come Cameron Diaz invecchiando!!!
    :-)
    Bentornata,
    Bianca

    RispondiElimina

Le discussioni mi piacciono: dimmi come la pensi. I commenti anonimi però non sono accettati.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari